Si ricomincia da Villa Reale

dario biblio2Venerdì 16 gennaio, alle 17.30: segnatevi questa data sul calendario, perché l’occasione è una di quelle memorabili che capitano di rado quando c’è di mezzo un autore emergente, tanto più se questi a Monza vi è nato.

Sì, sono nato a Monza nel ’72, allora non c’era alcun ospedale nella confinante cittadina di Villasanta (si chiama proprio così!) pertanto vidi la luce nella città della corona ferrea.

Sala Cassina, presso le Cucine della Villa reale: questa è la location per l’appuntamento che non soltanto mi vedrà tornare in patria (l’ho rimpianta fin da bambino, in famiglia possono confermare) ma, al Ciel piacendo, a farlo con grande onore, anche se l’onore è tutto mio.

Merito di questa iniziativa è de “La Casa della Poesia di Monza” e, a livello individuale, più esattamente della sig.ra Antonetta Carrabs, fondatrice della ONLUS Zeroconfini. Fu lei la prima a “scoprirmi” e a darmi spazio, scrivendo anche su di me (si veda anche il link a fianco della pagina di Momanews.it), inserendomi già da allora nella lista  degli autori che avrebbero presentato la propria opera nel contesto del progetto Mirabello Cultura.

Un calendario di eventi culturali e ospiti, tra i quali “il Villa” ad aprire la serie di eventi del 2015: quando mi fu detto mesi fa, io presi sì sul serio l’idea, ma tornai a breve ad occuparmi della mia vita, sentendo  l’avvenimento così lontano da me e irreale che mi sembrava non dovesse mai accadere. Allora, sembra una vita, erano solo circa tre mesi fa. Molta acqua è passata sotto i ponti, molto inchiostro ho speso e fatto spendere, tante notti insonni sono trascorse a creare e a imparare dai miei errori. Aggiungerò di più: non solo sarà la prima presentazione in assoluto di “Angeli e folli”, ma proprio la mia prima presentazione, appunto perché volevo che tale evento accadesse nella mia città, quella di cui porto il  nome.

Da non perdere la presenza dell’impareggiabile Antonella La Rocca, che darà saggio della sua bravura agli astanti con delle sorprendenti e, crediamo, gradite prove delle sue abilità grafiche: altro che la Langdon!cropped-20141206_234612.jpg

Un pensiero particolare, in chiusura, lo voglio  dedicare a chi non ci sarà, perché saranno quelle assenze a farla da padrone quella sera. Parlo sì dell’impagabile Teresina Simonella, in grado di trovarmi e costruirmi soggetto e una copertina in un amen; ma parlo soprattutto di coloro i quali, per cause di forza maggiore che chi ha già letto il libro sa, non potranno venire per gravi cause dettate dalla vita. Sono coloro ai quali questo libro in fondo è dedicato, cioé quelli che hanno passato o stanno passando l’inferno di una giustizia ingiusta: ragazzi e ragazze, venerdì sera sarò soprattutto con voi e non potrò non portarvi con me nel mondo.

Dario Villasanta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...