Romance solo per donne? Le verità di Paola Renelli

Paola RenelliDal Rinascimento al Romance, come si compie questo salto? Ce lo spiega Paola Renelli, giornalista con alle spalle storie da raccontare e nel presente sogni da regalare, oggi autrice appunto di racconti e romanzi di genere. Mi accosto a lei con un pizzico di emozione per la sua grande esperienza e coinvolgimento che no tarda a manifestarsi per l’umanità con cui si spiega… Meglio dunque lasciarle subito la parola.

1) Paola, il genere Romance è considerato femminile per antonomasia. Eppure, so per certo che a leggerlo sono almeno per un terzo uomini. Ti risulta e, se sì, cosa significa questo?

Parto dalla fine della tua domanda: se proprio vogliamo trovare un significato a questo, chiamiamolo fenomeno, direi che si sta realizzando una… parità al contrario. Perché agli uomini dovrebbe essere precluso il territorio dei sentimenti, dell’amore, della passione? Basta dare una sbirciata ai social, a Facebook, per esempio, per rendersi conto che sono sempre di più gli uomini che, nascosti dietro un nickname, scrivono riflessioni, poesie, frasi d’amore e sull’amore. Tra quanti hanno letto il mio romanzo, “Lo strappo”, per esempio, ci sono anche parecchi uomini. Un ebook è più facilmente “camuffabile”, ma ho visto anche chi, in metropolitana o in treno, nasconde un romance dentro un quotidiano sportivo. Le donne non hanno mai avuto paura delle loro emozioni e credo sia arrivato il momento che gli uomini, per una volta, prendano esempio da noi.

2) La donna e l’erotismo che va per la maggiore nelle classifiche editoriali: come esce l’immagine femminile moderna da questo fenomeno che pare essere al momento senza confronti?

L’erotismo al femminile difficilmente è scollato dai sentimenti, altrimenti sarebbe porno puro e semplice. E l’amore e la passione si esprimono anche attraverso l’erotismo, che è essenzialmente desiderio. Scrivere erotico è difficile: bisogna mantenersi in equilibrio su un terreno molto delicato per raccontare la passione e suscitare, appunto, il desiderio e mettersi a nudo come autore, ma nel profondo. In questi termini, penso si tratti di una conquista della scrittura femminile, al pari, però, di tante altre, né di più, né di meno.

3) Cosa non ti piace del mondo editoriale nostrano, oggi?

L’esterofilia, il complesso di inferiorità nostrano che spinge gli editori a preferire, spesso, un nome straniero e gli autori/autrici a utilizzare uno pseudonimo considerato più appetibile solo perché suona più “esotico”.

4) Qual è a tuo avviso l’errore tecnico nello scrivere più frequente delle giovani leve di autori e come dovrebbero porvi rimedio?

Quello di scrivere avendo letto poco e magari di scrivere “difficile” pensando di fare colpo sul lettore. La semplicità, è un conquista che, al pari della capacità d raccontare, ha bisogno di una lunga familiarità con le letture e soprattutto di una grande umiltà.

5) L’autopubblicazione: risorsa o pretenziosa licenza per sentirsi qualcuno?

Non sono contraria a chi si autopubblica perché, come dicevo prima, il mercato editoriale punta quasi esclusivamente su nomi noti o su autori stranieri. Con un’avvertenza, però: un buon lavoro di editing non è solo necessario, ma indispensabile anche e soprattutto in questo caso: la sintassi, la grammatica e l’ortografia non sono optional.

6) Una domanda che non ti hanno mai fatto e a cui avresti sempre voluto rispondere?

In realtà me l’hanno fatta, ma mi piace riproporla qui. A chi mi ha chiesto e mi chiede il motivo per cui scrivo solo romanzi e racconti d’amore – perché anche scrivere erotico, dal mio punto di vista, come dicevo prima, è scrivere di sentimenti ed emozioni – rispondo che l’amore è la ragione della nostra esistenza. Tolto l’amore, verrebbe cancellata non solo buona parte della letteratura, poesia compresa, ma anche la maggior parte dei film, delle canzoni e, in definitiva, della nostra vita.

7) E per finire, Paola, senza peli sulla lingua: chi non leggeresti mai e perché?

Per sapere chi non leggerei mai devo prima… leggerlo. Basta qualche pagina per rendersi conto se chi scrive non solo possiede reali capacità tecniche, ma soprattutto è in grado di coinvolgere il lettore “dentro” le sue parole e quindi dentro la storia che sta raccontando.

Chi è Paola Renelli:

Paola Renelli vive e lavora a Roma. Dopo la maturità classica si è laureata in lettere moderne, con una tesi sulla letteratura del Rinascimento. Subito dopo, ha iniziato il suo lavoro di giornalista collaborando inizialmente come freelance con numerosi settimanali e mensili (tra cui Cosmopolitan, Più Bella, Donna Moderna, Capitale Sud).

Poi, dal 1986, ha lavorato come redattore per testate giovanili. Quindi dal 1992, per oltre quindici anni, ha coordinato la redazione del settimanale di attualità e spettacolo Vip, quindi è stata redattore del settimanale Il Punto.

Nel corso della sua carriera di giornalista ha intervistato i più noti personaggi italiani della cultura, dello spettacolo e della politica (tra cui, Roberto Gervaso, Luciano De Crescenzo, Vittorio Sgarbi, Carla Fracci, Margherita Hack, Pupi Avati, Tinto Brass).

Nel 2012 è passata dall’attività giornalistica a quella di autrice di racconti per note riviste femminili.

Nel 2013, per la casa editrice Euroscultura, è uscito in ebook il suo romanzo, “Lo Strappo”, e nel 2014, per la casa editrice Delos, il racconto “Un amore da prima pagina”. A luglio, per la Rizzoli, collana Youfeel, è uscito il romanzo breve l’uomo dei sogni.

Come contattarla e trovare i suoi libri:

Pagina Facebook:

https://www.facebook.com/Luomodeisogni.Lostrappo

http://www.eroscultura.com/prodotto/lo-strappo/  (Lo strappo)

http://www.rcslibri.it/libri/luomo-dei-sogni/   (L’uomo dei sogni)

Booktrailer:

https://www.youtube.com/watch?v=JhOBB6AYihk  (Lo strappo)

http://youtu.be/4bV1rf2TJ9Q  (L’uomo dei sogni)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...